Home > I prodotti della Lucchesia

Dalla “Farina di neccio della Garfagnana DOP” il segno della qualità della Valle del Serchio

Dalla “Farina di neccio della Garfagnana DOP” il segno della qualità della Valle del Serchio

Quando l’argomento di una conversazione è la farina, raramente la mente proietta l’immagine delle castagne, un’associazione di pensiero che, invece, è tipica nella provincia di Lucca.

La Garfagnana e la Media Valle del Serchio, infatti, grazie ad un territorio che favorisce la crescita del castagno, definito in passato anche “albero del pane” perché i suoi frutti hanno
sfamato intere popolazioni montane, hanno fatto di questo prodotto il loro biglietto da visita.

La farina di neccio della Garfagnana D.O.P., quindi, porta con sé, oltre alla genuinità e alla bontà del prodotto,
significati legati al territorio d’origine, rendendo assaporabile il valore della tradizione e della cultura di produzione che, a memoria d’uomo, non è mai stata variata nel corso dei secoli.

Il suo colore può variare dal bianco fino all’avorio scuro; il sapore è dolce
con un leggero retrogusto amarognolo; il profumo è quello delle castagne e la consistenza è fine al tatto e al palato.

La qualità unica che la farina di neccio della Garfagnana D.O.P. sprigiona una volta entrata in contatto con lepapille gustative, sia che sia racchiusa nella polenta dolce, nel castagnaccio, nei necci, nei biscottio in altri dolci, nasce da un complessoprocesso produttivo regolato da un rigidodisciplinare.

Dopo l’eliminazione dei frutti non integri, infatti, le castagne vengono poste ad essiccare nel “metato”, su canniccidi legno, per almeno 40 giorni.

Quindi, vengono sottoposte a battitura (pulitura) e selezione, per eliminare i fruttibacati e quelli che non presentano caratteristiche ottimali.

La molituraavviene in mulini con macina di pietra (del peso di 5 quintali) e la farina ottenuta viene prima stoccata, e poiconfezionata in sacchetti, esclusivamente, da 500 grammi, 1 chilogrammo e 12 chilogrammi. La farina nuova infine, secondo il disciplinare di produzione, può uscire soltanto dal primodicembre di ogni anno.

La farina di neccio della Garfagnana Dop è comunque disponibile per tutto l’anno,e la sua vendita avviene direttamente in azienda, nei negozi dì prodotti tipici, negli alimentari, e nei forni.